Smart Working: 4 motivi per cui il lavoro da remoto conviene alla tua azienda

lavoro da remoto

By Eirik Claps on November 20, 2017 in Aziende, Tecnologia

Lo smart working, detto anche lavoro agile o lavoro da remoto, è un trend emerso negli ultimi anni che ha modificato le abitudini lavorative di molte aziende e lavoratori.
Negli ultimi 30 anni, il numero di lavoratori da remoto è aumentato dal 9% al 37% e si prevede che circa la metà degli impiegati a tempo pieno lavorerà da remoto entro il 2020. L’approccio iniziale è stato quello di evitarne la diffusione a tutti i costi. Questa resistenza da parte del management aziendale può essere ricondotta ad alcuni punti chiave:

  • mancanza di fiducia nei dipendenti che lavorano in totale indipendenza
  • la tecnologia rappresenta un ostacolo

I vantaggi del lavoro da remoto venivano trascurati. Siamo nel 2017, ma probabilmente l’atteggiamento di molti amministratori delegati al di fuori dal settore tecnologico non è cambiato molto.

Certamente, lavorare da remoto implica delle sfide che sono difficili da ignorare, come la comunicazione tra colleghi, la cultura aziendale diffusa e il coordinamento tra reparti. Questi elementi possono essere difficili da gestire quando i lavoratori non sono presenti in ufficio tutti i giorni. Tuttavia, prima di respingere questo approccio per le ragioni sopra elencate, vale la pena prendere in considerazione alcuni potenziali vantaggi.

In questo articolo, analizziamo 4 motivi per cui dovresti considerare il lavoro agile per la tua azienda.

Attrarre i talenti migliori

Reclutare i migliori professionisti deve essere una priorità per la tua azienda ed è uno dei compiti più impegnativi e difficili per un manager. 

La flessibilità dell’azienda nei confronti del lavoro agile è sempre più uno dei criteri che influenzano la scelta del posto di lavoro. Un sondaggio condotto da Gallup rivela che il lavoro da remoto e l’approccio flessibile all’orario di lavoro svolgono un ruolo fondamentale nel processo decisionale del candidato che si desidera assumere. Ci sono naturalmente anche altri fattori che influenzano la scelta finale.

Non offrire un’opzione di lavoro da remoto limita il numero di potenziali candidati. Da un lato, la tua azienda risulta subito meno attraente anche quando situata vicino all’abitazione del candidato e quindi comoda da raggiungere. Un’azienda attrae candidati nell’area limitrofa alla sede dei propri uffici, distanza che dipende dai mezzi di trasporto disponibili nelle vicinanze.

L’area è più estesa nel caso di aziende che hanno sviluppato politiche per la valorizzazione dei lavoratori e che quindi risultano ambienti di lavoro più attraenti. Non si tratta comunque di una soluzione perchè ci sarà sempre un limite geografico.

È riconosciuto da vari studi che maggiore è il tempo che un dipendente impiega per raggiungere il posto di lavoro, minore sarà la produttività e col tempo avrà un impatto sul suo benessere.

Uno studio condotto su oltre 34.000 dipendenti ha evidenziato che le persone che impiegano più di mezz’ora al giorno per raggiungere il posto di lavoro hanno il 33% di probabilità di soffrire di depressione, il 37% di probabilità di avere preoccupazioni finanziarie e il 12% di probabilità maggiori di manifestare diversi sintomi di stress ricollegabile alla vita lavorativa.

E anche se il candidato/a medio/a non è a conoscenza di questi studi, è naturale prediligere un lavoro non troppo lontano da casa.

Tutto questo spiega perché è possibile attrarre solo un numero limitato di candidati, ma attraverso lo smart working, permettendo alle persone di lavorare da remoto, le possibilità di assumere i migliori talenti aumentano e viene eliminato ogni ostacolo geografico, cosa che prima sarebbero stata impossibile.

Fidelizzare i dipendenti

Trovare un nuovo impiegato e permettergli di lavorare in remoto è una sfida, ma non trascurare il personale che già lavora in azienda! Ci sono molti casi in cui un dipendente è soddisfatto del proprio posto di lavoro, ma desidera anche acquistare una casa in una città diversa, avere orari di lavoro più flessibili per occuparsi dei figli, avvicinarsi alla propria famiglia o spostarsi per un’offerta di lavoro ricevuta dal proprio marito/moglie.

Permettere inoltre ai dipendenti di lavorare da casa può aumentare la produttività. Alcune ricerche mostrano che i dipendenti che lavorano da remoto possono essere 13,5% più produttivi rispetto ai tradizionali impiegati in ufficio. I motivi principali sono: più concentrazione, migliore organizzazione del tempo e del lavoro, meno distrazioni, maggiore felicità e livelli di soddisfazione, meno stanchezza.

Non consentendo ai tuoi migliori dipendenti di lavorare da remoto, rischi di perdere talenti che richiedono tempo e denaro per essere sostituiti. Al contrario le aziende, promuovendo il lavoro agile, vedranno un aumento della soddisfazione dei propri dipendenti e fino al 50% circa di fidelizzazione del personale.

Disaster Recovery

Se i tuoi dipendenti non possono lavorare in ufficio a causa di un incendio, di un forte maltempo, di uno sciopero dei trasporti pubblici o qualsiasi altra tipologia di problema, come reagirebbe la tua azienda? La maggior parte non riuscirebbe a fronteggiare questi scenari. Se non si dispone degli strumenti per consentire ai dipendenti di lavorare da remoto, quando una di queste situazioni inaspettate si presenta con breve preavviso, semplicemente non sarai in grado di gestirla e perderai una giornata lavorativa. Oltre a dover pagare una giornata lavorativa completa a tutto il tuo personale, rischi anche di danneggiare la reputazione dell’azienda o di perdere soldi per non essere stato in grado di gestire la tua attività in situazioni di emergenza.

Se sei alla ricerca di un piano di continuità operativa, devi naturalmente considerare i servizi in cloud. Se ci si affida ad attrezzature in loco per l’archiviazione dei dati, per il sistema CRM, per il sistema telefonico e tutti gli altri strumenti aziendali essenziali, non si dispone di un’efficace strategia di disaster recovery. Se il personale ha la possibilità di lavorare da remoto, è pronto ad affrontare qualsiasi situazione imprevista e straordinaria e avrai così un piano di emergenza pronto per l’uso.

Risparmio

Se il tuo attuale ufficio sta raggiungendo la capacità massima e a breve sarai costretto a trasferirti in una nuova sede, l’introduzione di un programma di lavoro da remoto è un modo conveniente per risparmiare spazio ed evitare i costi elevati che deriverebbero dal trasloco in un’altra sede.

Esempio: Aetna ha risparmiato 78 milioni di dollari consentendo a 14.500 dipendenti di lavorare da remoto. American Express ha registrato risparmi annuali da 10 a 15 milioni di dollari applicando la stessa strategia.

L’utilizzo di una politica di hot-desking, un sistema di postazioni mobili, consente inoltre di massimizzare l’utilizzo dello spazio d’ufficio e di assumere più dipendenti senza necessità di espandersi in nuovi locali. Oltre a ridurre i costi delle proprietà commerciali, è anche possibile ridurre le spese generali delle strutture.

Nonostante i costi non debbano essere il motivo principale per l’adozione di politiche di smart working, il risparmio viene spesso citato negli studi come vantaggio per le aziende.

 

Prima di esaminare l’adozione del lavoro da remoto, inizia con un’analisi della tua azienda e verifica che sia in grado di supportare tale modalità di lavoro. Il personale ha gli strumenti necessari per svolgere il proprio lavoro da casa? Inizia dalle comunicazioni. Se hai bisogno di un sistema telefonico in cloud che possa collegare più uffici e personale da remoto contatta oggi Blueface per una consulenza e verifica il tuo attuale set-up per valutare se un passaggio a un sistema di unified communications possa beneficiare la tua azienda.

Iscriviti alla nostra Newsletter

* campo obbligatorio